Biografia professionale e social media

Project Overview

Il social recruiting sta acquisendo sempre più popolarità, aumentando la percentuale di aziende e candidati che vi ricorrono. La reputazione digitale è quindi uno strumento fondamentale per la costruzione del brand personale nella sfera professionale.

L’impatto dei social media sulle attività di recruiting si manifesta così nella necessità di adattare il Curriculum vitae ai cambiamenti imposti dalle nuove strategie di selezione.

Si fa strada l’utilizzo della social media bio come una nuova modalità di presentazione del curriculum tramite i social media, attingendo ai contenuti digitali per descrivere esperienze lavorative e competenze acquisite.

I social offrono l’importante opportunità di raccontare una storia, arricchendola di elementi dinamici come foto, video, link a siti web o a blog personali, tag e altri contenuti multimediali che, insieme al testo, possono valorizzare al meglio il profilo personale. L’intreccio tra l’ambito professionale e quello privato, che fa da sfondo, consente di generare empatia nel proprio pubblico e stimolare interesse ad approfondire le informazioni contenute nella biografia.

Il linguaggio deve essere perciò chiaro, corretto, incisivo, creativo e confidenziale ma pacato nello stesso tempo.

Promuovere il proprio curriculum per mezzo dei canali social è poi un modo per allargare la rete di relazioni; per questo è consigliabile rendere le informazioni facilmente disponibili e, a seconda del social network utilizzato, facilitare il più possibile l’attività di networking, permettendo ad esempio ai contatti di vedere chi ha consultato il profilo.

I social network maggiormente utilizzati sono LinkedIn, Facebook, Twitter e Instagram.

Una volta scelto lo strumento su cui focalizzarsi, per sfruttarne appieno tutte le potenzialità a disposizione, occorre verificare la qualità dei contenuti già pubblicati e armonizzarli con quelli nuovi. L’eventuale utilizzo di più piattaforme contemporaneamente deve essere gestito in maniera efficace, in modo da garantire un aggiornamento costante delle informazioni ed evitarne la frammentazione o l’incoerenza.

I social media, ognuno secondo le proprie caratteristiche, offrono agli utenti la possibilità di inserire una breve biografia dando informazioni sulle esperienze lavorative e formative, sulle lingue parlate, gli interessi e i contatti di riferimento.

Facebook, ad esempio, mette a disposizione uno spazio per la biografia di 100 caratteri e una presentazione dove indicare le aziende presso cui si è lavorato, le competenze maturate e gli studi conseguiti.

All’interno del’account di Twitter è presente invece una finestra di 160 caratteri destinata alla “bio”, nella quale è possibile personalizzare la descrizione con hashtag che richiamino competenze o esperienze. Con l’interessante funzionalità “Momenti” di Twitter è possibile inoltre arricchire il racconto digitale aggregando più tweet, sia pubblici sia personali, su un’esperienza o un argomento particolare.

Instagram è indicato per chi vuole costruire un cv molto creativo e a forte impatto visivo, ricorrendo all’utilizzo delle immagini.

Tramite LinkedIn, il social network professionale per eccellenza, è possibile inserire una quantità rilevante di informazioni e creare delle interazioni vantaggiose tramite la funzionalità “Rete”.

Anche Youtube rappresenta un valido strumento di supporto: all’interno della piattaforma può essere caricato un video-curriculum a cui rimandare da altri canali.

Esistono poi diversi programmi e applicazioni che possono aiutare a realizzare un cv accattivante, come ad esempio il cv infografico, in cui raccogliere in maniera rapida, energica e originale tutte le informazion utili sulla nostra figura professionale.

La piattaforma about.me ad esempio permette di unificare la propria presenza online in un solo link, creando una biografia ufficiale completa e interattiva.

Nel percorso di costruzione della pagina, è richiesto di inserire una foto e in seguito alcune informazioni come interessi, posizione lavorativa ricoperta e, soprattutto, il tipo di interazione che si desidera attivare tra il pubblico e la pagina. Ad esempio è possibile scegliere tra la consultazione del portfolio, la lettura del blog o degli articoli, il download di un’app, la visita virtuale di un negozio. È prevista inoltre la sincronizzazione della pagina con i principali social network.

Chi cerca un impiego o desidera cambiarlo deve quindi tenere conto che la trasformazione del lavoro ha investito anche i processi che riguardano i meccanismi di incontro domanda-offerta; per promuovere al meglio il proprio profilo professionale, è necessario sfruttare ormai le grandi opportunità offerte dal web.

Project Details