S.O.S COMPETENZE TRASVERSALI – QUANDO IL SAPER FARE NON BASTA, ENTRA IN GIOCO IL “COME”

Project Overview

Che delle competenze tecniche non si possa fare a meno siamo tutti d’accordo. Ma se è vero che il sole sorge e tramonta ogni giorno garantendo gli equilibri dell’ecosistema, nulla toglie che questo meccanismo, in una magica alternanza di alba e tramonti, non ci regali qualche intensa emozione.
In sintesi, non siamo meri contenitori di informazioni abili a svolgere una sola mansione al giorno, ma fervide menti pensanti attraversate dalla corrente dell’emotività.
Proprio per questo, insieme alle competenze pratiche, possediamo un prezioso bagaglio di competenze trasversali.
Meglio conosciute in inglese come Life Skills e in italiano come Soft Skills, possiamo esprimerne il significato in una frase: “morbide competenze legate alla vita”, perché ne migliorano la qualità beneficiando il nostro benessere sociale emotivo e cognitivo.

Anche loro hanno un nome e le possiamo dividere in 4 tipologie:

1)LE COMPETENZE PERSONALI COSÌ LEGATE ALLA CONSAPEVOLEZZA DEL PROPRIO SÉ
Conosci te stesso è la linea guida. Lo sguardo interiore è il motore della crescita personale.

SVILUPPALE IN 4 PASSAGGI
Assumiti la piena responsabilità – Che non è assumersi la “colpa”, ma riappropriarsi del potere di fare e agire in prima persona per fare accadere le cose.
Diventa consapevole – Se non riconosci i tuoi talenti non li puoi valorizzare.
Se non riconosci i tuoi bisogni non li puoi soddisfare.
Chiedi e accetta i feedback – La critica non attacca il tuo valore. È un’occasione di crescita.
Azione – Sviluppare le competenze richiede una pratica costante e reiterata nel tempo. Per acquisire una nuova abitudine occorrono 60 giorni, per imparare a svolgere eccellentemente una mansione occorre una dedizione ancora più ostinata.


2) LE COMPETENZE COMUNICATIVE COSÌ LEGATE A L’ALTRO
La comunicazione è infatti un mix di ascolto ed empatia, facoltà indispensabili affinché il messaggio venga recepito in maniera chiara. L’ascolto attivo è alla base di questo processo.

COME MIGLIORARE IL TUO ASCOLTO?
Liberati dai pregiudizi e ascoltalo con attenzione;
Mostra un interesse attivo verso il tuo interlocutore, facendo domande riepilogative;
Rispetta le idee degli altri e non cedere alla tentazione di controbattere senza riflettere.


3)LE COMPETENZE COGNITIVE COSÌ LEGATE A UNA CHIARA LETTURA DELLA REALTÀ
Sono fondamentali per navigare nell’oceano di informazioni in cui siamo immersi quotidianamente.

SVILUPPALE ASSOCIANDO ALL’ESPERIENZA SUL CAMPO LA FORMAZIONE ESPERIENZIALE
Attraverso la sperimentazione attiva di compiti e situazioni, la formazione esperienziale comprende esercizi o eventi in un contesto ludico, che permettono di sviluppare comportamenti adattivi e migliorare le varie capacità sopraccitate.


4)LE COMPETENZE ORGANIZZATIVE
Tra le soft skills le doti organizzative servono per mettere ordine e progettare le vostre idee e verificarne i risultati una volta divenute realtà.

SVILUPPA E ALLENA:
Memoria
Quando ti vengono assegnati dei compiti, non affidarli alla tua memoria ma mettili per iscritto.
Capacità di Elaborazione Una volta che hai sottomano tutti i compiti da fare da inserire nel tuo elenco, assicurati di non avere al suo interno, mansione che non ti competano e dai un ordine delle priorità. Avere una to-do list “pulita” ti aiuta ad essere più concentrato e focalizzato.
Azione Non potrai mai essere organizzato se non agisci. Creare delle liste non è sufficiente se non ti metti subito in moto per spuntare tutte le attività svolte.


MA IN FINE…QUAL È LA COMPETENZA PIÙ RICHIESTE DALLE AZIENDE?
La creatività! Ebbene sì, non è solo una prerogativa dell’artista, perché in senso lato quando parliamo di creatività intendiamo la capacità di vivere fuori dagli schemi e di proporre cambiamenti. Nutrire questa skills partendo dal coltivare le vostre passioni, le cose che vi accendono, le azioni che risvegliano la vostra immagine innata, è la chiave per il successo.

Project Details