Video curriculum: come “impressionare” con le immagini!

Project Overview

Ricordate il video curriculum di Barney Stinson, nell’episodio “Nessun Limite” della serie americana “Alla fine arriva mamma”? Il nostro candidato, intento a farsi intervistare da una voce fuori campo, sfodera effetti speciali switchando dalla tenuta in smoking, alla tuta sportiva in sella ad una moto o accanto ad un cavallo nelle vesti di un fantino. Risultato? Dimostra certamente di essere un buon venditore di sé stesso, ma non comunica competenza. Cogliendo l’originalità dell’esempio e magari anche l’ironia, vediamo perché è vantagioso pensare ad un Video CV.

Oggi la parola chiave è: fare la differenza. Si è vero, la scrittura comunica nero su bianco ma l’immagine “impressiona”. Nel tempo breve di un video trasmettiamo: l’espressione del viso, il tono della voce, la potenza del timbro, la comunicatività della gestualità, l’espressione viva dello sguardo. È certamente più facile imprimere il nostro valore aggiunto! Quindi, che video curriculum sia. Si, ma come lo faccio?

“Lungometraggio” o “Corto”?

Se volete essere dei buoi registi di voi stessi, dovete concepirlo come un “Corto”, compreso tra i 30 secondi ed i 5 minuti. In questo breve lasso di tempo, non dovete sottoscrivere tutto quello che è scritto nel C.V cartaceo, di cui è bene fare avere una copia al recruiter, ma dovete accendere  la curiosità del vostro selezionatore.

Cosa deve contenere

Considerando che il video C.V offre la possibilità di comunicare una visione di insieme, le soft skill e le hard skill possono venire fuori nello stesso momento. Attenzione a non fare un elenco della spesa delle competenze/esperienze, piuttosto concentrate il focal point sulla vostra motivazione e su quell’aspetto peculiare che potrebbe fare la differenza per quella posizione.

Come deve essere

Anche la forma di un video curriculum è già di per sé un messaggio per chi lo vede: può rivelare la creatività, l’originalità o le doti di affidabilità e concretezza di un candidato. La scelta della modalità di realizzazione va valutata naturalmente sulla base delle vostre competenze e soprattutto in base al tipo di lavoro al quale aspirate . A voi la scelta.

In breve, i tre fondamentali.

– Studiate un incipit accattivante, che catturi subito l’attenzione del recruiter, facendo un uso strategico della parola e riprendendo quelle già contenute nella job description.

– Comunicate al Futuro. Parlate sempre prima di dove volete andare e solo dopo di dove siete ora.

– Create un Video CV personalizzato per ogni azienda alla quale vi candidate. Se il messaggio non è diretto in modo dedicato a loro, perché dovrebbero dedicarvi del tempo?

Ciak si gira! Buon divertimento.